REFERENDUM: BRUNETTA, RENZI VUOLE CAMBIARE CARTA CON ESTREMA MINORANZA PAESE

“Sul referendum Renzi è solo, sempre più solo. Ha tutti contro, anche una parte consistente del suo Partito democratico”.

Lo ha detto Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati, parlando con i giornalisti in sala stampa a Montecitorio.

“Questo signore vuole, a forza, cambiare la Costituzione con una ristretta minoranza del Paese, con una parte del suo partito, avendo a sinistra tutti contro. Avendo Grillo contro, avendo tutto il centrodestra contro, e avendo D’Alema, Bersani, tutta la minoranza del suo partito contro. Ma come si può pensare di cambiare con la violenza una Costituzione con una estrema minoranza del Paese, ma anche del Parlamento? La cambia con Verdini? La cambia con Alfano? Con i transfughi del centrodestra?

Ecco, questo è il senso della questione referendaria, Renzi pensa di avere ragione lui con una estrema minoranza del Paese. Tutti gli altri contro. Magari con lui c’è Marchionne, italosvizzero che ha portato la Fiat in Olanda e in Inghilterra, che paga le tasse in Svizzera, di nazionalità canadese; magari con lui ci sono le agenzie di rating, Standard & Poors, JP Morgan. Renzi pensa di cambiare la Costituzione con questi alleati e con questi sponsor? Veramente la cosa preoccupa e fa paura”, ha sottolineato Brunetta.

I Commenti sono chiusi