Monografie riforma Brunetta

Guida operativa alla Riforma Brunetta: Commento al D.Lgs 27 ottobre 2009, n. 150

BARILLA’ Domenico, Silvestro Ciro

Guida operativa alla Riforma Brunetta: Commento al D.Lgs 27 ottobre 2009, n. 150

Roma: DIKE giuridica editrice, 2009 – 346p.

Il volume è il primo di una collana tematica, dedicata alle problematiche degli enti locali, impostata con una metodologia di tipo nuovo. I volumi di questa collana sono infatti il risultato di una sinergia tra l’attività di commento e di approfondimento della materia trattata e l’attività di guida operativa alla gestione della materia. Così impostato il volume assume la caratteristica di uno strumento di lavoro di cui dotare gli amministratori, i dirigenti, i dipendenti dei comuni, delle province, delle regioni, dei loro enti strumentali, per meglio comprendere e soprattutto per meglio gestire le singole innovazioni normative. Questo volume introduce le problematiche introdotte dal D.Lgs n. 150/09 che, intervenendo sulla disciplina del governo dell’atto di gestione, affronta con un’ottica di modernizzazione del modo di lavorare della pubblica amministrazione questioni importanti.


I siti web delle pubbliche amministrazioni: Norme tecniche e giuridiche dopo le Linee Guida Brunetta: Prefazione di Antonio Cianci

BELISARIO Ernesto, COGO Gianluigi, Scano Roberto

I siti web delle pubbliche amministrazioni: Norme tecniche e giuridiche dopo le Linee Guida Brunetta: Prefazione di Antonio Cianci

Roma: Maggioli editore, 2010. – 262p.

Il volume di taglio pratico e concreto, si propone – partendo dall’analisi delle “Linee Guida sui siti web delle P.A.” pubblicate nel luglio 2010 – di illustrare la normativa rilevante in materia di siti web della pubblica amministrazione e di offrirne gli schemi operativi per pianificare una operazione di adeguamento e razionalizzazione dei contenuti e dei servizi offerti sul web da parte delle amministrazioni pubbliche italiane. L’obiettivo del volume è quello di fornire più elementi e riflessioni possibili per migliorare la qualità dei siti web della pubblica amministrazione sia sotto il profilo dei contenuti offerti che rispetto alle prospettive dell’integrazione di strumentazione web 2.0, di servizi di e-government e di sistemi di knowledge management.


La riforma Brunetta: implicazioni giuridiche e operative nella sanità pubblica

Benci Luca

La riforma Brunetta: implicazioni giuridiche e operative nella sanità pubblica

Milano: MacGraw Hill Companies, 2010

Questa opera affronta le ricadute della Riforma Brunetta all’interno di uno dei settori coinvolti, la sanità pubblica, con una disamina delle norme applicabili e della loro integrazione con leggi e contratti esistenti, illustrando la parte demandata ai recepimenti regionali. Tre sono le impressioni emergenti: la prima è relativa alla eccessiva centralizzazione delle disposizioni, la seconda è che sembra essere arrivata la fine del periodo di relazioni sindacali basate sulla “concertazione”, per lo meno nel settore pubblico; la terza è basata sulla continua taratura che la normativa opera, più che sul pubblico impiego generale, sul comparto ministeri. Si ha, infatti, la sensazione che la riforma sia stata fatta avendo a mente proprio i ministeriali. Per tale motivo la sua lettura e la sua interpretazione, se calata in un contesto molto diverso, come quello della sanità aziendalizzata, non sempre risulta agevole.


Il regime pensionistico del pubblico impiego, Con CR-ROM

Betto Anna Maria

Il regime pensionistico del pubblico impiego, Con CR-ROM

Matelica: Nuova Giuridica, 2011. – 420p.


Contrattazione e controlli dopo la riforma Brunetta: Indicazioni operative per la formazione dei contratti decentrati e la determinazione del fondo; II edizione aggiornata al D. lgs. 150/2009

Bianco Arturo

Contrattazione e controlli dopo la riforma Brunetta: Indicazioni operative per la formazione dei contratti decentrati e la determinazione del fondo; II edizione aggiornata al D. lgs. 150/2009

Santarcangelo di Romagna: Maggioli, @ 2010. – 273p. (con CD-ROM)

Le disposizione contenute nel D.Lgs. 150/2009 hanno introdotto, in materia di contrattazione collettiva nazionale e decentrata, rilevanti novità. Il volume, aggiornato alla riforma Brunetta, rappresenta un concreto aiuto per evitare che nell’Ente siano commessi errori nella determinazione del fondo per le risorse decentrate e nella contrattazione integrativa. Un aiuto indispensabile per amministratori, segretari, dirigenti del personale e di ragioneria, revisori dei conti e componenti i nuclei di valutazione, dopo che la recente normativa ha rafforzato, ed ancoradi più rafforzerà in prospettiva, i controlli.


Guida pratica alla riforma Brunetta: valutazione, incentivi e sanzioni alla luce del decreto legislativo 27 ottobre 2009, n. 150, di attuazione alla legge 4 marzo n. 15.

Bianco Arturo

Guida pratica alla riforma Brunetta: valutazione, incentivi e sanzioni alla luce del decreto legislativo 27
ottobre 2009, n. 150, di attuazione alla legge 4 marzo n. 15.

Milano: Il Sole 24 ore, 2009. – 211 p.

Valutazione, contrattazione, dirigenza e class action sono le parole chiave del provvedimento che tocca tutti gli aspetti in cui si articola la gestione delle risorse umane nella PA. Il carattere del volume è di essere una sorta di bussola agile e concreta all’applicazione del provvedimento, con particolare attenzione alla modalità di applicazione autonoma da parte delle regioni e degli enti locali. Il volume si completa con una sezione molto operativa di domande e risposte ai quesiti di maggiore rilievo strettamente legati all’applicazione della nuova normativa.


Pubblico impiego: le novità del D.L. 112

BRIGUORI Paola

Pubblico impiego: le novità del D.L. 112

Milano: Il sole 24 Ore, 2010. – 124 p.

La riforma Brunetta muove i primi passi con il decreto legge n. 112, convertito, con modificazioni, dalla legge n. 113 (…) Il DL n. 112 ha modificato la disciplina di taluni istituti del pubblico impiego, ha innovato in tema di organizzazione scolastica, in tema di riduzione degli organismi collegiali e di duplicazione delle strutture e, più in generale, di riduzione degli assetti organizzativi della pubblica amministrazione, ha innovato sulla materia della contrattazione e sui relativi controlli da parte della Corte dei Conti, ha introdotto profonde novità nel rito del lavoro, ha innovato anche in materia di progressione triennale degli stipendi di alcune categorie di pubblici dipendenti e di cessazione dal servizio per il personale prossimo al raggiungimento dei limiti di età.