IUS SOLI: BRUNETTA, E’ PROVVEDIMENTO CAPESTRO, LONTANO ANNI LUCE DA REALTA’ PAESE

“La ricerca di Ipr Marketing pubblicata oggi sul ‘Quotidiano Nazionale’ è l’ennesima riprova del nostro buon senso quando sosteniamo che lo ius soli è un provvedimento normativo capestro, inutile, dannoso e lontano anni luce dalla realtà del nostro Paese”.

Lo scrive su Facebook Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati.

“Se il 31% degli islamici che vivono in Italia, come sottolinea Antonio Noto, dichiara apertamente di non volersi integrare, questo significa che il problema non è avere o meno riconosciuto lo status di cittadino italiano, bensì qualcosa di più profondo e per certi versi pericoloso.

Anche perché, così come dimostrano i dati della ricerca pubblicata dal quotidiano diretto da Andrea Cangini, l’Italia non è considerata affatto un Paese di passaggio, ma un luogo dove rimanere anche a scapito dell’integrazione.

Insomma, la maggioranza di questa gente non si è ambientata in Italia, si mantiene senza un lavoro e il Partito democratico di Renzi insiste nel volere ‘regalare’ loro la cittadinanza italiana. Un controsenso sociale.

Le leggi per richiedere la status di cittadino italiano ci sono, funzionano bene e non è affatto necessario modificarle. Tanto meno per un mero capriccio ideologico di una parte minoritaria della sinistra”, conclude Brunetta.

I Commenti sono chiusi