CONTI PUBBLICI: BRUNETTA, PAESE IN CRISI PER POLITICA ECONOMICA SBAGLIATA SINISTRA

“Chi governa ha il dovere di fare crescere l’economia, tenere in equilibrio la finanza pubblica, creare occupazione. Chi è all’opposizione ha il dovere di criticare gli errori di chi governa e certamente anche di dare una propria ricetta. Noi questa l’abbiamo data, continuiamo a darla tutti i giorni, ed è quella che contrasta le politiche clientelari del governo Renzi-Gentiloni-Padoan”.

Lo ha detto Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati, in un’intervista a “Le Fonti Tv”.

“Il governo ha letteralmente sperperato 30 miliardi di euro, approfondendo il deficit, aumentando il debito ma non incentivando né crescita, né consumi, né investimenti. Il reddito è dato dalla somma di consumi e investimenti, più la differenza tra importazioni ed esportazioni, al momento noi abbiamo come sola voce in attivo le esportazioni. Ed è in attivo per disperazione, visto che non c’è domanda interna le imprese, quelle che possono, esportano.

Quindi, quando c’è a trainare solo la componente esportazioni vuol dire che la domanda interna è depressa, i consumi sono depressi, così come gli investimenti – sia pubblici che privati – e tutto questo è proprio conseguenza della politica economica sbagliata di Renzi-Gentiloni-Padoan”.

I Commenti sono chiusi