L.ELETTORALE: BRUNETTA, PROX SETT PRESENTEREMO PDL FI, NUOVA LEGGE ENTRO ESTATE

“Quella di oggi a Palazzo Grazioli è stata una riunione assolutamente positiva, presenteremo la prossima settimana una proposta di legge di Forza Italia sulla riforma del sistema di voto, dopo un passaggio politico in Ufficio di Presidenza.

Le linee guida sono confermate: base proporzionale, premio di maggioranza alla coalizione, e armonizzazione tra la legge elettorale della Camera e quella del Senato.

Noi pensiamo che si possa fare presto e bene, che i lavori alla Commissione Affari costituzionali della Camera possano concludersi nell’arco di un mese e mezzo, per poi passare il testo della legge al Senato, e per avere una conclusione prima della pausa estiva”.

Lo ha detto Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati, ai microfoni del Giornale Radio Rai.


PROVINCE: FI CAMERA INCONTRA DELEGAZIONE PRESIDENTI, METTERE MANO A GROVIGLIO CAUSATO DA RENZI E PD

Il presidente dei deputati di Forza Italia, Renato Brunetta, il vice presidente di Montecitorio e deputato azzurro, Simone Baldelli, e il coordinatore della città metropolitana di Napoli e deputato di FI, Paolo Russo, hanno incontrato questo pomeriggio una delegazione dei presidenti di Provincia formata dal presidente della Provincia di Vercelli e vice presidente nazionale dell’Upi, Carlo Riva Vercellotti, e dal presidente della Provincia di Asti, Marco Gabusi, in merito alle problematiche che questi enti locali sono costretti ad affrontare dopo la cosiddetta riforma Delrio.

“Forza Italia – dichiarano alla fine dell’incontro i parlamentari azzurri – è pronta ad aiutare il governo per rimediare ai danni sin qui celebrati nel pasticcio Province e Città metropolitane. Bisogna garantire le risorse adeguate partendo dai fabbisogni standard rispetto ai servizi che domandano i cittadini. Pensiamo alle strade groviera o agli spazzaneve, alle frane o alle scuole, ai tanti studenti abbandonati e al freddo, piuttosto che agli investimenti necessari e rammodernare viabilità e trasporti. Read more…


RAI: BRUNETTA, FORNIRE CORRETTA INFORMAZIONE SU ESENZIONE CANONE PER TERREMOTATI

Il presidente dei deputati di Forza Italia, Renato Brunetta, ha presentato un’interrogazione al presidente della Commissione parlamentare per l’indirizzo e la vigilanza dei servizi radiotelevisivi, Roberto Fico, in merito all’esenzione dal pagamento del canone Rai per le famiglie colpite dai terremoti in centro Italia.

“Il decreto-legge 9 febbraio 2017, n. 8, recante nuovi interventi urgenti in favore delle popolazioni colpite dagli eventi sismici del 2016 e del 2017 all’articolo 1, lettera f) oltre a stabilire che la ripresa dei versamenti del canone tv ad uso privato dovrà avvenire entro il 16 dicembre 2017 prevede altresì che ‘nei casi in cui per effetto dell’evento sismico la famiglia anagrafica non detiene più alcun apparecchio televisivo il canone tv ad uso privato non è dovuto per l’intero secondo semestre 2016 e per l’anno 2017’. Ai sensi della norma citata è dunque chiaro che una famiglia residente in una città rasa al suolo dal terremoto è esentata dal pagamento del canone Rai, solo se in grado di dimostrare di non possedere alcun apparecchio televisivo; al contrario, se a seguito del sisma vi fosse un televisore funzionante, la famiglia terremotata sarebbe tenuta a pagare ancora la tassa, sebbene sia sprovvista di una casa dove poter guardare i canali Rai. Read more…


BRUNETTA: RENZI IRRESPONSABILE, VUOLE DESTABILIZZARE PAESE PER SUA RIVINCITA PERSONALE

“Le elezioni saranno a scadenza naturale della legislatura, è solo l’indecente Renzi che usa la sua storia personale, la sua rivincita personale dopo la batosta referendaria per destabilizzare il Paese”.

Lo ha detto Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati, parlando con i giornalisti in sala stampa a Montecitorio.

“Noi diciamo no alla destabilizzazione del Paese per dare soddisfazione al povero Renzi, che si trovi qualche altro giocattolo, qualche altra compensazione psicologica, ma lasci stare questo povero Paese che è già abbastanza martoriato: dalla disoccupazione, dal debito, dal deficit, dagli immigrati clandestini, dalla crisi bancaria. Non abbiamo bisogno di altri confusioni o di altre destabilizzazioni. Read more…


DL BANCHE: BRUNETTA, FI DICE NO, PROVVEDIMENTO CONFUSO E INIQUO

“Abbiamo votato no al dl Monte dei Paschi perché sono stati buttati 20 miliardi degli italiani per non salvare una banca, per non salvare il sistema bancario italiano. E’ un provvedimento confuso, inapplicabile, iniquo, perché tratta in maniera diversa i cittadini che sono stati truffati. E’ un provvedimento senza trasparenza. Salva banche e banchieri ma non salva i risparmiatori. Non dà nessuna certezza, nessuna credibilità al nostro sistema bancario, per cui continuerà la fuga dei depositi”.

Lo ha detto Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati, parlando con i giornalisti in sala stampa a Montecitorio.

“Dopo giugno, quando scadrà questa deroga di intervento da parte dello Stato, si ricomincerà daccapo e ricominceranno ancora le fughe dei depositanti ed il governo ribatterà cassa per avere altre risorse, prese dalle tasche degli italiani, per tamponare le falle che si apriranno nelle altre banche italiane. Read more…


C.DESTRA: BRUNETTA, ABBIAMO DOVERE UNITA’, CON CAV IN CAMPO NON CI SONO PRIMARIE CHE TENGANO

“Nel centrodestra abbiamo il dovere di trovare un punto d’incontro. Perché con una sinistra masochista e ridotta ad uno stato comatoso, con una sinistra che ormai non si sa più cosa sia se non il partito di Renzi che si comporta da irresponsabile, il centrodestra ha il dovere di essere unito per dare una proposta e una speranza agli italiani”.

Lo ha detto Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati, ai microfoni di SkyTg24.

“Per questo dico il centrodestra unito vince, abbiamo il dovere di trovare l’unità, semmai non riuscissimo a stare insieme saremmo irresponsabili anche noi. Abbiamo dimostrato, dal ‘94 ad oggi, che nei momenti cruciali il centrodestra c’è ed è una speranza per gli italiani. Siccome abbiamo governato bene 10 anni su 20 della seconda Repubblica, penso che la soluzione si troverà, nell’interesse del Paese, visto che il Partito democratico e la sinistra all’interesse del Paese non pensano. Read more…


PD: BRUNETTA, ORMAI E’ PDR, ASPETTO DEFLAGRAZIONE DA UN GIORNO ALL’ALTRO

“Questo Pd è il Pdr, il partito di Renzi. Già il Pd mi era poco simpatico perché lo vedevo fatto di democristiani di sinistra e comunisti, una cosa che non esiste in natura. Adesso poi non è più neanche il Pd ma è Pdr, partito di Renzi. Aspetto la deflagrazione da un giorno all’altro, perché non può che far male al Paese un agglomerato di questo tipo. Che i comunisti siano comunisti, i democristiani siano democristiani e non si nascondano gli uni dentro gli altri”.

Lo ha detto Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati, ai microfoni di SkyTg24.