UE: BRUNETTA, COMMISSIONE CI DICE CHE 2018 SARA’ ANNO DELLA GRANDE STANGATA FISCALE

Dichiarazione dell’onorevole Renato Brunetta, presidente dei deputati di Forza Italia:

“Il 2018 sarà per l’Italia l’anno della grande stangata fiscale. Questo, in sintesi, è quanto si legge nelle raccomandazioni della Commissione europea appena inviate al governo italiano.

Bruxelles ha infatti avvertito l’Italia che nel 2018 lo sforzo fiscale dovrà essere ‘sostanziale’, per poter rimanere in linea con i parametri europei. La richiesta della Commissione non lascia alcun dubbio: aumentare la tassazione indiretta e quella sulla proprietà privata. Ovvero, un vero e proprio avallo europeo a far scattare la clausola di salvaguardia sull’aumento dell’Iva a partire dal 1° gennaio 2018 e una richiesta esplicita di reintrodurre la tassazione sulla prima casa. Read more…


COMUNALI: BRUNETTA, L’AQUILA CON CDX UNITO E’ MODELLO PER ELEZIONI POLITICHE

“Penso che nel finale della campagna elettorale verrà Berlusconi. Mi impegno a portare il presidente Silvio Berlusconi a L’Aquila a commentare e discutere quello che lui ha fatto per questa città e per questa regione nel 2009 e quello che non hanno fatto Renzi e Gentiloni”.

Lo ha detto Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati, intervenendo a L’Aquila a un incontro a sostegno del candidato sindaco Pierluigi Biondi.

“Il modello L’Aquila, con il centrodestra unito, deve essere modello per le prossime elezioni politiche. Nella stragrande maggioranza delle realtà il centrodestra si presenta unito per questa tornata di amministrative. Governiamo in Lombardia, in Veneto, in Liguria, e in tante altre realtà locali. Read more…


MANOVRA: BRUNETTA, NOSTRO EMENDAMENTO PRO-L’AQUILA, SE PD NON LO VOTA E’ CONTRO AQUILANI

“L’emendamento presentato da Forza Italia – a firma Brunetta, Fabrizio Di Stefano, Gelmini, Laffranco – al cosiddetto ‘decreto manovrina’ interviene a sostenere il processo di ricostruzione e risanamento delle conseguenze del sisma che ha colpito L’Aquila nel 2009. Inoltre, è volto a introdurre misure specifiche per interventi di edilizia scolastica e universitaria”.

Lo ha detto Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati, intervenendo a L’Aquila a un incontro a sostegno del candidato sindaco Pierluigi Biondi.

“I recenti eventi sismici che hanno colpito il centro Italia hanno interessato anche zone dell’aquilano, con conseguente aumento dei timori nei confronti della sicurezza degli edifici pubblici, in particolare quelli sedi scolastiche o universitarie. Diventa, di conseguenza, necessario, velocizzare il processo di ricostruzione e di messa in sicurezza di questi edifici. Read more…


TERREMOTO: BRUNETTA, NON C’E’ PARAGONE TRA CAV NEL 2009 E RENZI-GENTILONI NEL 2016/17

“Ricordo l’impegno del presidente Silvio Berlusconi per L’Aquila. L’allora presidente del Consiglio, nel 2009, nel primo Consiglio dei ministri del dopo sisma chiese a tutti i ministri il massimo impegno possibile per le zone colpite dal terremoto. Io, lo ricordo bene, da ministro per la Pubblica amministrazione portai a avanti circa 40 progetti per L’Aquila e per questo territorio”.

Lo ha detto Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati, intervenendo a L’Aquila a un incontro a sostegno del candidato sindaco Pierluigi Biondi.

“Ho letto con attenzione il programma e i documenti messi in piedi dal candidato sindaco del centrodestra Biondi, e ho visto e apprezzato il suo lavoro puntuale e preciso di comparazione tra quello che ha fatto Berlusconi del 2009 e negli anni successivi e quello che non hanno fatto Renzi e Gentiloni. Read more…


MANOVRA: FI CAMERA INCONTRA UPI, PIU’ RISORSE A PROVINCE, CHIEDIAMO INCONTRO A GENTILONI

Il presidente dei deputati di Forza Italia, Renato Brunetta, e il parlamentare azzurro Roberto Occhiuto, hanno ricevuto questo pomeriggio, presso i propri uffici a Montecitorio, una delegazione dell’Unione delle Province Italiane – accompagnata dal responsabile Enti locali di Forza Italia, Marcello Fiori –, in merito al cosiddetto decreto manovrina che stanzia risorse ridicole per le Province, assolutamente insufficienti per garantire servizi alla collettività.

All’incontro hanno partecipato: Achille Variati, Sindaco e Presidente Provincia di Vicenza, Presidente UPI; Marco Filippeschi, Sindaco e Presidente Provincia di Pisa, Vicepresidente UPI; Carlo Riva Vercellotti, Presidente Provincia di Vercelli, Vicepresidente UPI; Nicola Valluzzi, Presidente Provincia di Potenza, Sindaco di Castelmezzano; Eleonora Della Penna, Presidente Provincia di Latina, Sindaco di Cisterna di Latina; Antonfrancesco Vivarelli Colonna, Sindaco e Presidente della Provincia di Grosseto; Nicola Giorgino, Presidente Provincia Barletta-A-T, sindaco Andria; Antonio Pettinari, Presidente Provincia di Macerata, Presidente UPI Marche; Antonio Di Marco, Presidente Provincia di Pescara, Presidente UPI Abruzzo. Read more…


L.ELETTORALE: BRUNETTA, SIA DI TUTTI, NO A FORZATURE PD, MATTARELLA VIGILI

“Nessuno può pensare di fare una legge elettorale contro il Partito democratico, però il Pd non pensi di fare una legge elettorale contro tutti gli altri partiti e gruppi parlamentari, a colpi di maggioranza, magari andando a cercare, con qualche campagna acquisti, voti al Senato. Non è questo il modo, non è questo quello che ci ha chiesto il presidente della Repubblica, non è quello che ci hanno chiesto gli italiani con il voto del referendum del 4 dicembre”.

Lo ha detto Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati, parlando con i giornalisti in sala stampa a Montecitorio.

“Occorre un’ampia condivisione, occorre che la legge elettorale sia di tutti, non di un partito di maggioranza relativa, ma che sia la legge elettorale di tutti o della più ampia condivisione. Read more…


ISTAT: BRUNETTA, DATI CONFERMANO DISASTRO POLITICA ECONOMICA PADOAN

Dichiarazione dell’onorevole Renato Brunetta, presidente dei deputati di Forza Italia:

“Ha poco da esultare il ministro Padoan. I dati dell’Istat confermano il disastro della sua politica economica. L’Italia cresce nel primo trimestre del 2017, rispetto al trimestre precedente, dello 0,2%, mentre la media dell’eurozona è dello 0,5% (più del doppio) e addirittura la Germania cresce dello 0,6% e la Spagna dello 0,8% (rispettivamente il triplo e il quadruplo).

Altro che previsioni in linea con le attese. Di questo passo sarà difficile che l’Italia raggiunga quell’1,1% di crescita del Pil auspicato dal governo per il 2017, tanto più che il debito, in continuo aumento (a marzo 2017 al livello più alto della storia, pari a 2.260 miliardi di euro), rappresenta una zavorra sempre più pesante per i nostri conti pubblici. Read more…